Gabriel Garcia Màrquez

Addio a Garcia Marquez

«Uno scrittore che ha cambiato la vita dei suoi lettori». Così il presidente della Colombia Manuel Santos ha ricordato Garcia Marquez, annunciando tre giorni di lutto nazionale nel Paese.

«Ci sono autori che hanno detto tutto. E con tutto intendo proprio tutto: vita, morte, amore, odio, guerra, pace, perversione, eros, infanzia, adolescenza, giovinezza, maturità, vecchiaia. “Cent’anni di solitudine”, il suo capolavoro, riassume prima di tutto le bellezze e tragedie della sua terra, poi del suo continente, l’America Latina, infine del mondo intero e della condizione umana, è una summa enciclopedica in chiave lirica e sentimentale come le sono le grandi opere che segnano un tempo e rimangono in quelli a venire». Alberto Grandi, Wired.

«Il compito della letteratura è spiegare questo mondo inventandone altri. O spiegarne altri reinventando il nostro. È per questo che abbiamo tanto amato Gabriel García Márquez». Simone Cosimi, Wired.

L.P.

Info – Gabriel José de la Concordia García Márquez, scrittore, giornalista (Wikipedia).
Video – In principio è l’immagine
Gabriel Garcìa Màrquez, autore del celebre romanzo “Cent’anni di solitudine” e premio Nobel per la Letteratura, racconta la genesi delle sue storie e professa il suo realismo: solo l’intuizione poetica riesce a captare la realtà fantastica nascosta dietro quella immediata.

 

Print Friendly, PDF & Email

2 pensieri riguardo “Addio a Garcia Marquez

  1. Di questo gioco di parole della citazione di Marquez è vera solo la prima parte, dove dice che “Il compito della letteratura è spiegare questo mondo”, senza fare saggistica, s’intende.

  2. “Uno scrittore dovrebbe sforzarsi di scrivere una cosa in modo tale da farla diventare parte dell’esperienza di coloro che la leggono”, Ernest Hemingway.

Lascia un commento