blogger_come_graffitari

Alla scoperta dei blogger italiani: curiosità, modelli e numeri

Chi sono i primi 500 blogger italiani? Come guadagnano? Di cosa parlano? Sono ancora “i graffitari” del web? La risposta è tra le classifiche di Blogbabel e nello studio di Imageware.

Si può fare una grande esplorazione del mondo blog italiano con il lavoro svolto da Blogbabel e Imageware.
Nello studio di Imageware  (download free e-book), ci sono importanti opportunità di confronto con 125 blogger di successo.
Nelle classifiche di Blogbabel chiunque può trovare una straordinaria raccolta di modelli di successo, a misura dei propri interessi: dal gossip alla politica, passando per i comics, scoperte e curiosità non mancano.
Inizio con le classifiche di Blogbabel. Non i soliti primi dieci o cento, ma ben 500 blog (probabilmente il 10% del totale, che sarebbe 5.000), tutti insieme nella “top 500”, oppure raccolti per tipologia:

Se Blogbabel ha tracciato la classifica di popolarità dei blogger italiani, Imageware (nota società di consulenza di comunicazione), ne ha analizzato un campione significativo, interrogando 125 tra i più popolari blog dedicati a moda, lifestyle, bellezza e salute, food & wine, tecnologia, energia e interior design. Alcuni sono giornalisti altri sono blogger indipendenti, altri ancora si definiscono opinionisti.
L’indagine di Imageware ha trattato vari aspetti dell’attività dei blogger italiani (download free e-book), ma quattro sono particolarmente interessanti dal punto di vista editoriale. Eccoli in grafica, con numeri e percentuali:

argomenti-temi_dei_blog_italiani

© Imageware

informazioni-fonti_informative_per_i_blog_italiani

© Imageware

obiettivi_dei_blog_italiani 

© Imageware

guadagnare_con_i_blog

Per concludere, cosa può sorprendere di questi dati? Secondo me due dati: l’intento del 36% dei blogger di migliorare l’informazione corrente e il fatto che il 51% di loro guadagna con il blog.

A c. Loredana Ferraris

 

Print Friendly, PDF & Email

4 pensieri riguardo “Alla scoperta dei blogger italiani: curiosità, modelli e numeri

  1. Non pensavo che la situazione dei blog fosse così avanzata. Molto interessante la combinazione delle due cose e dell’ebook.

  2. Nella classifica ho scoperto i tumblelog (e sì che non sono una che dorme). Prima ho scoperto che “potete pubblicare una citazione o un elemento multimediale sul vostro Tumblr, questo può quindi essere automaticamente inviato a Twitter e a sua volta ripubblicato su Facebook. In questo modo sarà sufficiente pubblicare in un posto solo le proprie cose, per diffonderle su tutti i Social”. POI però ho visto i primi in classifica e mi è passato ogni entusiamo. :-(

Lascia un commento