Autopubblicazione: i consigli di Beppe Severgnini

di - 15 ottobre 2011
Beppe-Severgnini-come-autoprodursi-un-ebook

Ebook e autopubblicazione sono un argomento d’attualità. Ne ha parlato anche Beppe Severgnini, il noto giornalista e scrittore.

Gaia Berruto lo ha intervistato per chiedere consigli utili per l’autopubblicazione di ebook.

Per autopubblicazione di intende la possibilità di pubblicare ebook senza filtro dell’editore, accedendo comunque al grosso pubblico.
La parola “autopubblicazione” è una traduzione troppo letterale di self-publishing, meglio sarebbe pubblicazione diretta. Comunque sia, è un argomento di cui si parla sempre più spesso, anche perché con l’autopubblicazione alcuni autori sono diventati dei milionari (Un altro milionario con gli ebook). 

 

Autopubblicazione, i consigli di Severgnini

Tra i punti salienti dell’intervista, meritano particolare attenzione queste risposte di Severgnini.

 

Berruto – Ma come si fa a superare il rumore della Rete e farsi conoscere – e comprare – da così tanta gente? 

Severgnini – Non bisogna credere che, solo perché si è abbandonata l’idea del libro feticcio, la strada sarà più semplice. Anzi, la Rete è spietata per definizione: bisogna agire con attenzione e produrre materiale di qualità. 
 

Berruto – Ma se tutto è autoprodotto, chi stabilisce il valore dell’ebook? 
Severgnini – Il consiglio è far leggere il proprio testo a persone fidate. Bando a mamme e fidanzate: date il vostro scritto a gente che possa dare giudizi obiettivi. E che non abbia paura di stroncarvi: la scrittura è fatica, è un continuo lavoro di taglio e pulizia. 
 

Berruto – Bene, e una volta che si crede di avere il testo perfetto?
Severgnini – A quel punto è ora di lavorare sul marketing digitale. Studiarsi il funzionamento di Google per essere più in alto possibile, per esempio. E usare i social network. Io punterei soprattutto su Twitter: può aiutare un giovane autore a crearsi in poco tempo una rete. 

Leggi tutta l’intervista sull’ autopublicazione: Daily Wired – Come autoprodursi un ebook? I consigli di Beppe Severgnini.

Giuseppe D’Antoni & staff

 

 

Print Friendly

- Redazione

Sei su FirstMaster Magazine - Laboratorio professionale per i corsi online di giornalismo, editoria e comunicazione di FirstMaster (v. FirstMaster) - Sei libero di pubblicare gratuitamente questo articolo, senza modificarlo e a condizione che tu ne attribuisca la realizzazione all'autore e a FirstMaster (editore).

2 Comments

  1. Bookolica

    29 ottobre 2011 at 09:25

    Il valore dell’ebook secondo me lo stabilisce il passaparola. Naturalmente è meglio se “accendo la miccia” in rete, con la pubblicità gratuita su Google (che ti da anche il sito gratis, e non è beneficenza).

  2. Pingback: Successo per il Self Publishing Festival - Il magazine di FirstMaster - Il magazine di FirstMaster

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.