vendere-articoli-giornalistici-Blende-FirstMaster-Magazine

Giornali: al via Blendle, per vendere online i singoli articoli

Sul modello di Apple iTunes, nasce in Olanda un’altra piattaforma che permette alle testate giornalistiche di vendere sul web i propri articoli, a un costo tra i 10 e i 25 centesimi.

Una piccola startup olandese ha ideato Blendle, una sorta di “iTunes del giornalismo”. Il fondatore, Alexander Klöpping, ha convinto gli editori dei principali giornali e periodici olandesi a vendere i propri articoli singolarmente per 10 o 25 centesimi tramite un’unica piattaforma, che tiene per sé il 30 % di ogni transazione (un po’ come fa Apple).

Giornalismo: come superare il modello “free online”

Per superare il modello del “free online” dei siti internet di informazione basta guardare indietro e vedere cosa è successo per musica e film.
Così ha fatto il giovane Klöpping, che spiega: «non molto tempo fa, a causa della diffusione della pirateria, la maggior parte delle persone pensava che nessuno avrebbe più pagato per ascoltare musica, poi sono arrivati iTunes e Spotify, e alcuni si sono trovati a farlo per la prima volta. La stessa è accaduta per i film con Netflix. E ora tocca al giornalismo online, per il quale molti editori pensano che nessuno sarà disposto a pagare».

Un nuovo modello del fare informazione…

Klöpping non si è fermato allo sminuzzamento dei giornali, ma ha sviluppato un nuovo modello del fare informazione giornalistica, applicando marketing e ICT.
Secondo Klöpping, c’è un modo per stimolare gli utenti a pagare i contenuti sulla sua piattaforma (piuttosto che sul sito originale), ed è legato all’utilizzo di filtri che aiutano il lettore a trovare i contenuti di suo interesse.
Così come iTunes ha aperto un nuovo mercato permettendo di far ascoltare parte del brano musicale prima dell’acquisto e poi suggeriva anche la scoperta di brani e autori simili, fornendo online un servizio migliore di quello del negozio tradizionale, così Blendle preseleziona gli articoli in base agli interessi del lettore e consente anche di vedere quali siano le notizie più lette e quelle condivise da amici sui social network.

… con prove gratuite e rimborso spese

Infine, per invitare i lettori a usare il servizio, la piattaforma offre gratis un budget di 2,50 euro (10-20 articoli), e la singolare possibilità di chiedere il rimborso del prezzo dell’articolo nel caso in cui non abbia soddisfatto le aspettative del lettore.
Lucia Costanza & staff FirstMaster magazine

Alexander_Klöpping-Blendle
Alexander Klöpping

Recensione da:
Ecco l’Itunes del giornalismo: Blendle, che vende online i singoli articoli.
– Dutch journalism startup Blendle wants to create an iTunes for newspaper and magazine articles.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Un pensiero riguardo “Giornali: al via Blendle, per vendere online i singoli articoli

  1. Blendle anche su Prima Comunicazione: “arriva dall’Olanda una piattaforma che permette a editori e giornali di vendere i propri articoli attraverso micropagamenti. Si chiama Blendle e funziona come Itunes con i brani musica”.

Lascia un commento