Comunicazione-virale-firstmaster

Comunicazione virale: ‘Push to add drama’

Facebook – E’ appena comparso online un video virale, particolarmente efficace, realizzato con un discreto impiego di risorse e una buona regia.

La differenza tra una comunicazione video ordinaria (trailer, advertising, pubblicità), e una comunicazione virale è che quest’ultima si diffonde per azione degli spettatori stessi, con una progressione che su Internet può essere tendenzialmente esponenziale, grazie allo sharing (versione digitale del passaparola).
Una delle caratteristiche più rilevanti della comunicazione virale è che i risultati non dipendono dal budget destinato alla sua diffusione (passaggi televisivi e spazi online), ma dalla creatività del video stesso.
In poche parole: più creativo è il video, più sarà condiviso spontaneamente, senza costi per l’emittente, se non quelli di progettazione e realizzazione.
Per esempio, noto che questo video, Push to add drama, per la TNT, veleggia verso 50 milioni di visualizzaioni ed ha avuto mille visualizzazioni in più, nel tempo che io ho impiegato a scrivere questa decina di righe.

Liliana Malenza

Link:
– video virale ‘Push to add drama‘ in Facebook

– Wikipedia, video virale.

Print Friendly, PDF & Email

Un pensiero riguardo “Comunicazione virale: ‘Push to add drama’

  1. Tigri, robot e invasioni aliene a Londra, video virale Pepsi appena pubblicato, con 2,5 milioni di visualizzazioni in meno di 5 giorni. E’ un video virale “doppio”, perchè il primo è un evento virale in strada (passaparola) e il secondo è il video virale del video virale stradale, che si condivide online :-)
    http://www.youtube.com/watch?v=Go9rf9GmYpM

Lascia un commento