Quotidiani digitali: numeri e tendenze 2013

di - 10 maggio 2013
tablet-sole24ore

I dati di vendita dei quotidiani digitali sono stati diffusi ieri da Ads (Accertamento Diffusione Stampa). Sono dati dichiarati dagli editori e non rilevati da Ads alla distribuzione, come per le copie stampate. Dall’elenco completo,  ho stralciato i dati più significativi, fermandomi a quota mille.

Quotidiani digitali: i numeri

In generale, l’incremento vendite è significativo, visto che anche un 2% mensile significa più del 20% l’anno.
Impressiona il dato percentuale di ItaliaOggi (+151%), che però gioca ancora su numeri bassi (3.300 copie digitali), dove basta un banner per acquisire 1.000-2.000 nuovi lettori.

Diverso il caso del Sole24Ore, ben oltre quota 50.000. Il Sole (quotidiano di Confindustria), è in crisi sull’edizione stampata, ma piazza  la sua formula semigeneralistica al primo posto tra i quotidiani digitali, seguita dalle solite corazzate nel solito ordine: Corriere e poi Repubblica

VENDITE DIGITALI MARZO FEBBRAIO VAR.
SOLE 24 ORE 58.949 51.068 15%
CORRIERE DELLA SERA 58.492 50.063 17%
REPUBBLICA 48.477 47.699 2%
GAZZETTA SPORT-LUN. 16.261 15.693 4%
GAZZETTA SPORT 16.116 15.715 3%
FATTO QUOTIDIANO  11.071 10.913 1%
STAMPA  7.684 7.213 7%
UNIONE SARDA  6.888 6.734 2%
ITALIA OGGI 3.391 1.353 151%
MESSAGGERO 3.305 3.132 6%
GAZZETTINO 3.123 2.916 7%
UNITA’ 2.199 2.268 -3%
GIORNALE 1.891 1.807 5%
MANIFESTO 1.887 2.100 -10%
MATTINO 1.823 1.703 7%
AVVENIRE 1.466 1.276 15%
TIRRENO  1.417 0  
GIORNALE DI BRESCIA 1.398 1.365 2%
ADIGE  1.249 1.205 4%
MESSAGGERO VENETO 1.240 1.214 2%
PICCOLO  1.228 1.202 2%
ALTOADIGE/TRENTINO 1.092 1.034 6%
NUOVA SARDEGNA  1.039 893 16%
LIBERO 990 979 1%

Quotidiani digitali: le tendenze 2013

Se continuano così, con incrementi mensili intorno al 15%, ho calcolato che le prime tre testate a luglio supereranno quota 100.000 e a dicembre 2013 quota 200.000 (204.037). Sempre che gli editori accompagnino il trend e si adeguino meglio a smartphone e tablet. E sempre che i tablet più economici abbiano risoluzioni decenti (non 800×400, per intenderci). Staremo a vedere.

Angelo Stucchi & staff (Claudio Torrella)

 

 

Print Friendly

- Redazione

Sei su FirstMaster Magazine - Laboratorio professionale per i corsi online di giornalismo, editoria e comunicazione di FirstMaster (v. FirstMaster) - Sei libero di pubblicare gratuitamente questo articolo, senza modificarlo e a condizione che tu ne attribuisca la realizzazione all'autore e a FirstMaster (editore).

2 Comments

  1. Round77

    10 maggio 2013 at 09:52

    Dal Sole24Ore: “I dati Ads sulla diffusione di quotidiani e settimanali a gennaio 2013 – i primi all’interno dei quali si prendono in esame anche le copie digitali – certificano una realtà in cui tablet, pc, smartphone stanno dando un’autentica boccata di ossigeno all’editoria italiana. Ci sono ancora ampi margini di miglioramento, ma l’era del digitale sta disegnando una realtà in cui i lettori si dimostrano pronti a cogliere le nuove offerte editoriali.
    Ed è indubbio che i numeri rilevati da Ads attutiscono, e in alcuni casi di gran lunga, i cali rilevati nella vendita e nella diffusione delle sole copie cartacee. Nei fatti c’è stato un vero e proprio travaso”.
    http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-03-13/sole-gennaio-primo-quotidiano-071602.shtml?uuid=Ab5kyVdH

  2. Pingback: Dal giornalismo al web journalism « FirstMaster / eLearning e formazione

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.