Editoria, al via gli ebook di nuova generazione

di - 15 febbraio 2012
Apple_iBook_ebook

Apple_iBook_ebook

Al via la nuova generazione di ebook, per studiare con minor sforzo e imparare meglio.

 

Editoria, arrivano gli ebook di nuova generazione

Ci sono dei passaggi della tecnologia che fanno invecchiare in un attimo tutto quanto c’era prima. Questa è la sensazione nello sfogliare un ebook di nuova generazione: interattivo, con schemi 3D, video, audio e tutte le funzioni più tradizionali potenziate, dalla solita sottolineatura (che però diventa un riassunto che si autocompone automaticamente), alla condivisione di note e appunti con altri studenti e docenti.

 

Ebook: rich media a minor costo

Grazie ai numeri dell’editoria scolastica e universitaria, i nuovi ebook costeranno mediamente il 50% meno dei corrispondenti testi stampati, nonostante la complessità della realizzazione.

Naturalmente il mercato americano è il più avanzato e promette (o minaccia) di invadere l’Europa con ebook raffinati ma a basso costo. Ebook già ammortizzati sul mercato anglosassone e venduti in Europa con i soli costi di traduzione.

 

ebook_iPad

Ebook: testi di studio su iPad

 

Il grande business degli ebook

Grandi editori come McGraw Hill, Pearson e Houghton Mufflin Hartcourt, che da soli pubblicano circa il 90% dei libri di testo usati in Nord America, hanno per tempo investito sulle nuove tecnologie per rigenerare i propri cataloghi, in vista di ebook con una  redditività straordinaria che combina alti numeri di vendita, alto margine di profitto e basso prezzo al lettore.

 

 

Ebook in Italia

In Italia gli ebook in commercio sono poco più o poco meno di riedizioni in Pdf.
Tranne alcuni, come Garamond, la maggioranza degli editori italiani pensa di poter sfruttare un mercato creato da altri, sottovalutando sia la concorrenza estera che quella “dal basso”, di docenti e studenti che possono produrre autonomamente ebook ancora più economici, seppur meno performanti.

 

Italia: obbligo di ebook

Intanto, con una circolare pubblicata il 9 febbraio scorso, il MIUR chiude il discorso ebook e richiede che nel prossimo anno scolastico non potranno più essere «mantenuti in adozione testi scolastici esclusivamente cartacei».
Anche i libri di testo adottati nel 2008-2009 (Legge n. 169/2008), devono essere sostituiti da libri in forma mista (carta più digitale) o da ebook scaricabili da Internet.
Concludo: il 2012 sarà un anno molto movimentato per gli ebook. 

 

Riccardo Foglia & staff
(keyword density: 5,85% )

Link 
Storia degli ebook: 1971-2012.
– IAB: Rich Media Creative Guidelines.
ebook gratis.it 

 

 

 

Print Friendly

- Redazione

Sei su FirstMaster Magazine - Laboratorio professionale per i corsi online di giornalismo, editoria e comunicazione di FirstMaster (v. FirstMaster) - Sei libero di pubblicare gratuitamente questo articolo, senza modificarlo e a condizione che tu ne attribuisca la realizzazione all'autore e a FirstMaster (editore).

2 Comments

  1. Deal83

    15 febbraio 2012 at 11:07

    Wow Riccardo! Poche idee ma chiarissime.

  2. Bruno-Vin

    15 febbraio 2012 at 13:54

    L’impressione che avevo e che mi confermi è che gli ebook siano un’innovazione radicale, conveniente per tutti, per la cultura e per il sapere, come è stato per la prima rivoluzione, quella dei caratteri mobili. Anche Gutemberg e altri 20 o 30 contemporanei potevano vendere libri a minor prezzo rispetto i libri copiati a mano.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.