News-FirstMaster_Magazine

Editoria crossmediale, ora è obbligatoria nella didattica

Dall’anno prossimo, didattica crossmediale per gli studenti.

 

Dopo la formazione continua, arriva l’obbligatorietà della didattica crossmediale, basata su carta e web. Lentamente il sistema formativo italiano si aggiorna e si prepara ad utilizzare soluzioni più efficienti, a beneficio di tutti. 

Spiega il Ministero in una nota che le adozioni dei libri di testo da effettuare quest’anno (quindi a valere per il 2012/2013), devono essere redatti in forma mista (parte cartacea e parte in formato digitale), ovvero debbono essere interamente scaricabili da internet, «pertanto, per l’anno scolastico 2012/2013 non possono più essere adottati né mantenuti in adozione testi scolastici esclusivamente cartacei».

L’intendo del Ministero sembra però andare anche oltre, facendo proprio il concetto di “learning object” (un concetto altrove adottato da più di vent’anni), e richiama le Case editrici ad utilizzare «contenuti liquidi, che possano essere travasati da un supporto tecnologico ad un altro, scomposti e adattati a diverse esigenze, pur conservando le proprie caratteristiche di base».

Per sperimentare questa fase più avanzata, il Miur ha demandato a 20 istituti scolastici di selezionare nuove offerte basate su learning object, attraverso il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione MEPA.

Sara De Stefani, Davide Console

Link
Learning object 
Cross media 

Print Friendly, PDF & Email

2 pensieri riguardo “Editoria crossmediale, ora è obbligatoria nella didattica

Lascia un commento