Editoria/ Tablet gratis a chi si abbona

di - 13 agosto 2011
gratis tablet Pc
gratis tablet Pc

Dagli USA: tablet gratis con l'abbonamento ad un quotidiano

Arriva dagli Stati Uniti l’idea di offrire tablet  gratis per risollevare le vendite di abbonamenti ai quotidiani, proprio come fanno da anni le compagnie telefoniche, con cellulari, smartphone e tablet gratis, appunto. Pionieri dell’offerta saranno il Los Angeles Times e il Chicago Tribune, capofila di un network di 20 quotidiani, intenzionati ad offrire tablet gratis ai nuovi abbonati per risollevare il fatturato.

.

Tablet gratis: Corriere e Repubblica come Tim e Wind?

Se lo fanno gli operatori telefonici, perché non anche i quotidiani? L’idea è semplice, ma buona. Sicuramente sarà importata e copiata da molti altri, visti i prezzi in caduta di questi prodotti.

Che l’offerta possa interessare il lettore è cosa ovvia, data la possibilità di utilizzare il tablet per altri giornali, per leggere ebook, per divertirsi e per molte altre attività. Quanto all’editore, in prospettiva annulla i costi di carta, stampa e distribuzione e incrementa a dismisura quelli della pubblicità.

Intanto, sono il Los Angeles Times e il Chicago Tribune, i primi quotidiani che offriranno tablet gratis o con un modesto contributo. Al top dell’offerta (2 anni più contributo) il famoso tablet Samsung Galaxy, ma non mancano alternative  ben più economiche. Possibile che l’offerta includa anche il tablet di Amazon, il noto Kindle  (in foto). Si tratta di un tablet affermato e dal costo molto basso (139 dollari al pubblico). Utilizza la tecnologia e-ink (bianco/nero), che consente una lunga durata delle batterie e una lettura migliore di quella offerta dagli schermi Lcd a colori (iPad in testa).

Cyntia Hyatt & staff

 

Print Friendly

- Redazione

Sei su FirstMaster Magazine - Laboratorio professionale per i corsi online di giornalismo, editoria e comunicazione di FirstMaster (v. FirstMaster) - Sei libero di pubblicare gratuitamente questo articolo, senza modificarlo e a condizione che tu ne attribuisca la realizzazione all'autore e a FirstMaster (editore).

2 Comments

  1. MariaStar

    13 agosto 2011 at 09:22

    Per i cellulari ci son voluti più di 5 anni per passare da status symbol a semplici oggetti utili per tutti. Visto che tutto accelera, mi sembra normale che i tablet diventino oggetti d’uso comune in un paio d’anni, visto che l’iPad ha lanciato la moda proprio un anno fa.

  2. Paolo-DP

    19 agosto 2011 at 11:57

    Ciao, mi sono fatto una “cultura” sulle due tecnologie su

    http://www.digitalmagazine.it/e-ink-sipix-a-confronto/

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.