giornalismo-guerra-reportage

Giornalismo e guerra: ”Niente di vero sul fronte occidentale”

La guerra è sempre fonte di menzogna e i suoi cronisti servono a coprirne le vergogne: falsità, dissimulazione e disinformazione servono alle guerre tanto quanto le armi.

Secondo Ennio Remondino, autore di  Niente di vero sul fronte occidentale, falsità, dissimulazione e disinformazione servono alle guerre tanto quanto le armi.
Scrive che la guerra è fonte di menzogna, sempre, e i suoi cronisti servono a coprirne le vergogne, visto che da anni possono vedere solo quello che gli vogliono far vedere. Si mente sulla stampa, e ancor più facilmente e spesso mente la televisione, che oggi è «strumento primario di ogni racconto».

Dalla guerra raccontata in rima da Omero e studiata a scuola, sino alle guerre di Bush e trasmesse in telecronaca diretta, niente è come appare.
Questa è la guerra, come l’ha scoperta Remondino, che ha raccontato la crisi in Kosovo e i bombardamenti nato contro la Jugoslavia di Miloševic, l’Afghanistan e il Libano. E come l’ha raccontata l’altra sera,  alla Festa del PD di Pontelagoscuro, al pubblico intervenuto alla presentazione del suo ultimo libro: Niente di vero sul fronte occidentale.

Niente di vero sul fronte occidentale non è solo una riflessione sulla guerra, da parte di chi ne ha vissuta più d’una, quanto una ricerca a ritroso, sulle falsità che sempre sono state costruite per crearle,  per nobilitarle e per farle combattere dagli altri.

Dice Remondino, secco: «le bugie sono l’elemento obbligato, sia politico che militare, di ogni guerra». E spiega i trucchi usati da prìncipi e presidenti per vendere le loro guerre.
E così racconta del ruolo dell’informazione, delle guerre dimenticate perché su terre senza valore e degli alibi del soccorso umanitario per instaurare forme moderne dell’antica “pax romana”.

.

Ennio-Remondino-presenta-Niente-di-Vero-sul-fronte-occidentale
Ennio Remondino presenta ‘Niente di Vero sul fronte occidentale’: la guerra raccontata dai giornalisti

Ecco i capitoli più significativi di Niente di vero sul fronte occidentale:

  • Il narratore e il principe
  • L’epica per fregare l’etica
  • Balle omeriche 
  • La guerra per miss Olimpo
  • Quel bugiardo di Odisseo 
  • Roma si inventa Romolo
  • Maggiordomi, re fannulloni e Carlomagno
  • «Dio lo vuole», dice il Papa re 
  • Macello planetario, 2° tempo
  • Guerra fredda e informazione che scotta
  • Mercato globale e guerre senza frontiere
  • Diretta planetaria del terrore.

Ennio Remondino è diventato reporter di guerra con la prima guerra del Golfo. Ha seguito la guerra di Bosnia e l’assedio di Sarayevo e i bombardamenti di Belgrado fino alla caduta di Milosevic. E’ stato responsabile RAI dell’ufficio di corrispondenza per il Medio Oriente e infine di quello di Istanbul, fino alla pensione a fine 2010.
Marta De Luca & staff

Link

Intervista a Ennio Remondino su Niente di vero sul fronte occidentale, su Telegiornaliste.com.
IBSNiente di vero sul fronte occidentale. Da Omero a Bush, la verità sulle bugie di guerra.
Libreria Universitaria:  Niente di vero sul fronte occidentale. Da Omero a Bush, la verità sulle bugie di guerra.
Rubettino: Niente di vero sul fronte occidentale. Da Omero a Bush, la verità sulle bugie di guerra
aNobii: Niente di vero sul fronte occidentale.  

Niente di vero sul fronte occidentale

_____________________

• Vuoi essere il primo a commentare questa notizia?
• Hai un link da segnalare su questo tema?

Print Friendly, PDF & Email

3 pensieri riguardo “Giornalismo e guerra: ”Niente di vero sul fronte occidentale”

  1. Su “giornalismo e guerra” ho trovato una tesi che è “Tra giornalismo e televisione. Iraq: cronache di guerra”.
    E’ un Pdf di 300 pagine, con molti titoli interessanti, come “Giornalismo in guerra: il racconto che fa storia”.
    http://www.faustobiloslavo.com/tesi/5.pdf

    Una frase illuminante? “La guerra è un aspetto, il più evidente, delle azioni del potere politico.” Con tutto quello che ne consegue, e penso a Bush.

Lascia un commento