Mass media, rivoluzione tv tra pochi mesi

di - 15 ottobre 2013
sky-roma-web-tv

Scoop: Wired svela il piano segreto di Sky che rivoluziona contenuti e forme della televisione in Italia.

Tra pochi mesi Sky offrirà anche in Italia la televisione on-demand via internet, anticipando l’arrivo di colossi come Netflix,  Hulu e Amazon, che negli Usa stanno mandando in crisi il mercato delle “vecchie” tv. 

Dopo anni di discussione sterili, i monopoli televisivi italiani saranno pian piano sgretolati dal mercato e da Internet. Da Sky, Netflix, Hulu e Amazon e non dai partiti di centro, di sinistra e di destra che si avvicendano al governo. E con tutto questo, cambierà il nostro rapporto con la televisione.
Lo scoop ha conquistato la copertina di Wired di questo mese, che titola: “Va in onda la nuova tivù. Goditi lo spettacolo”.

Spettatori in libera uscita: addio a palinsesti, antenne, decoder e abbonamenti  

wired-ottobre-2013Addio a palinsesti, antenne, decoder e abbonamenti. Al loro posto, il sistema on demand del progetto River di Sky, studiato proprio per difendere le quote di mercato conquistate e per aumentare il numero di utenti, che oggi sono circa 4,7 milioni, cercando di raggiungere chi, pur non essendo abbonato, è interessato a singoli contenuti di Sky.

Secondo Wired, «la storia tecnologica della tv italiana è nel mezzo di una fase cruciale». Sarà «un passaggio al termine del quale per molti telespettatori finirà per sempre l’era del palinsesto a favore di una tv che potrà essere vista ovunque, su qualsiasi dispositivo. Il progetto River potrebbe spazzare via la concorrenza» e conquistare il mercato dell’intrattenimento televisivo come fece la Apple con  iTunes: un catalogo musicale di alta qualità, costi bassi, preview e facilità di acquisto. Sky ci prova sapendo che ci sono sei milioni di italiani che da casa sono collegati ad Internet con la banda larga (Adsl) ma che non sono abbonati Sky. 

Negli Usa, le piattaforme di web streaming offrono per pochi dollari al mese enormi quantità di film e serie televisive. In pochi anni questi servizi hanno raggiunto milioni di abbonati, visto crescere i loro fatturati e creato una distribuzione capillare a livello mondiale perché, oltre che dai browser, sono disponibili come app su milioni di device abilitati alla connessione: smartphone, tablet, game console, decoder e smart tv. 
Il conto alla rovescia è iniziato anche per noi.

Articolo-recensione da Wired, di Gustavo Agliata e Marilena Casadoro
Ringraziamo lo staff di FirstMaster Magazine per il supporto e per l’idea della foto d’apertura. Una foto originale ed “esclusiva”, realizzata gratis a tavolino  fotografando lo schermo di Google Maps, posizionato sull’indirizzo della sede Sky di Roma, come se noi fossimo sulla Via Salaria (https://maps.google.it/maps?hl=en&tab=wl), e rielaborando il tutto per esigenze grafiche (eliminazione delle auto in sosta, riflesso sull’insegna, rettifica colore ecc.)
. Questa soluzione ci ha evitato di utilizzare per l’articolo foto generiche o protette da copyright, nonché la copertina di Wired, bella ma non adatta al primo piano.

 

Print Friendly

- Redazione

Sei su FirstMaster Magazine - Laboratorio professionale per i corsi online di giornalismo, editoria e comunicazione di FirstMaster (v. FirstMaster) - Sei libero di pubblicare gratuitamente questo articolo, senza modificarlo e a condizione che tu ne attribuisca la realizzazione all'autore e a FirstMaster (editore).

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.