Sempre più giornalisti autori di best seller

di - 25 novembre 2011
best-seller- bestseller

 

Sarà l’ambizione o la prospettiva di guadagnare il doppio, fatto è che sono sempre più i giornalisti che pubblicano libri, e anche di grande successo. Cliccare per credere.

 

Della cosa si lamentano gli editori di giornali e invece gioiscono gli editori di libri, ben contenti di pubblicare  autori già noti al pubblico (e capaci di scrivere).
Il fenomeno ha invaso tutte le testate, ma principalmente il Corriere della Sera e il Fatto quotidiano, con giornalisti come Marco Travaglio, Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo che pubblicano anche due best seller l’anno.

 

Dall’edicola alla libreria, il passaggio è conveniente

Che sia il momento buono per tanti giornalisti lo si capisce dall’accelerazione delle date di pubblicazione: molti giornalisti hanno pubblicato negli anni ’90 solo uno o due titoli, mentre ultimamente ne pubblicano uno o due l’anno.

Il record spetta probabilmente a Stefano Bartezzaghi, con 7 titoli negli ultimi 3 anni e 16 dal 2001. Segue Sergio Rizzo, con 10 titoli dal 2007.

Scorrendo le biografie si nota lo strano caso del giornalista di Repubblica, Antonello Caporale, che sembra aver fissato il prezzo di ogni suo nuovo libro indipendentemente dagli editori, dai tempi di scrittura e dai costi di stampa dei suoi libri, tant’è che le pagine degli ultimi quattro titoli scalano da 389 a 269 a 204 a 119 pagine, ma resta praticamente uguale il prezzo.

Stella Di Martino & staff

 

 

Link ai 42 libri di/con Marco Travaglio, dal 1997 al 2011

Link ai 16  libri di Stefano Bartezzaghi 

Link ai 12  libri di Antonello Caporale

Link agli 11  libri di Sergio Rizzo

Print Friendly

- Redazione

Sei su FirstMaster Magazine - Laboratorio professionale per i corsi online di giornalismo, editoria e comunicazione di FirstMaster (v. FirstMaster) - Sei libero di pubblicare gratuitamente questo articolo, senza modificarlo e a condizione che tu ne attribuisca la realizzazione all'autore e a FirstMaster (editore).

3 Comments

  1. Bookolica

    5 dicembre 2011 at 16:10

    Mooolto interessante, avevo intuito che era il momento dei giornalisti, ma non avevo una visione d’insieme.
    Consiglio “I giornalisti scrivono romanzi. E i romanzieri articoli”

    http://archiviostorico.corriere.it/2005/maggio/21/giornalisti_scrivono_romanzi_romanzieri_articoli_co_9_050521033.shtml

  2. Sammy1

    6 dicembre 2011 at 13:21

    Ho letto il link del Corriere e non ci trovo nulla di sbagliato, anzi, i giornalisti sanno scrivere mediamente meglio dei saggisti, sicuramente meglio dei docenti universitari e simili, ma quasi sempre peggio dei buoni romanzieri. :-)

  3. Emanuele

    11 gennaio 2014 at 08:20

    Michael Moss, giornalista investigativo del New York Times, vincitore del Premio Pulitzer, ha fatto un bestseller dal titolo “Salt sugar fat”, basato su un’inchiesta sugli additivi nascosti negli alimenti, per renderli irresistibili al gusto. Per questo libro Moss ha ricevuto uno dei più alti anticipi mai pagati nell’editoria americana.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.