Traveller, nuova formula editoriale

Milano – Condè Nast ha riprogettato la formula dell’edizione italiana del suo periodico di turismo, Traveller.  L’editore ha stabilito che il giornale si farà con appena due giornalisti, dei sette presenti prima, di cui uno solo a tempo pieno e con lo stipendio ridotto del 40%,  con l’accordo dei redattori e del sindacato, per non chiudere l’edizione italiana. Gli altri cinque sono stati ricollocati nei giornali di Condé Nast.

In attesa che passi la crisi, la periodicità di Traveller è ora trimestrale, con contenuti riposizionati in chiave collezionistica (un po’ mensile e un po’ libro).  Il nuovo direttore, Ettore Mocchetti (un ritorno, in verità) ha descritto la nuova formula così: «grandi servizi esclusivi, capacità di racconto più elevata rispetto al classico stile giornalistico, fotografie di alto livello e voglia di far sognare, perché, alla fine, la maggior parte dei viaggi progettati si concretizzano solo nella nostra mente, seduti su un comodo divano».

Per non perdere il contatto con i lettori il nuovo piano prevede una newsletter leggera, definita come cartolina digitale. Proprio come una cartolina, avrà da un lato un’immagine di particolare bellezza e sul retro, tre consigli turistici: cosa vedere, dove mangiare e alloggiare, visualizzabili su una mappa integrata con Google Maps. Si tratta certamente di un’idea abbastanza originale in Italia, interessanti potenzialità comunicative e commerciali. La cartolina di Traveller potrà essere commentata, girata ad amici o condivisa sui social network.

Givanni Ceccarelli & staff

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento