Giornalismo: le 5 novità dei prossimi 5 anni

69
Google-News

Quali novità emergeranno nel giornalismo, nei prossimi 5 anni? Lo sviluppo di software e hardware ridisegneranno il modo in cui si farà informazione, con tre passi avanti e due indietro. Ecco quali.

1) Informazione in mobilità
L’informazione sarà sempre più mobile, grazie all’incremento dell’hardware e all’incremento della velocità di connessione, a parità di reti. Dopo il 4G, sarà commercializzata la connettività 5G che ha toccato il record di 1 Tbps nei test condotti dall’Università del Surrey. Come dire che sarà disponibile una velocità di trasferimento dati circa 65 mila volte maggiore del download medio del 4G. Complessivamente, questo significa che l’accesso a Internet in mobilità sarà efficiente quanto quello domestico su fibra ottica, e in molte zone persino superiore al vecchio doppino telefonico. Così come le autostrade favoriscono l’uso delle auto, la diffusione del 4G e del 5G favoriranno la complessa editoria del futuro prossimo.

2) Nuove vie dell’informazione
News Games e Virtual Reality (Oculus Rift e Google Cardboard), stanno aprendo nuovi orizzonti all’informazione giornalistica. Esempi notevoli di gamification del giornalismo sono #HungerProject e Al Jazeera Pirate Fishing, il “gioco” che ha assorbito oltre l’80% del tempo che gli utenti hanno speso sul sito di Al Jazeera. Altro caso significativo è quello dell’European Journalism Centre, che ha finanziato un News Games dimostrativo sulla ricostruzione di Haiti (dopo il terremoto), per «contrastare la mancanza di impegno e di innovazione comunicativa».  

3) Automazione
Al World News Media Congress è emerso che la produzione automatizzata di notizie semplici e brevi, realizzata con algoritmi, permette ai giornalisti di evitare il lavoro più banale e permette concentrarsi invece su notizie di maggior valore. L’Associated Press, tramite il  suo vice presidente, Lou Ferrar, ha detto che questi nuovi sistemi di elaborazione delle notizie brevi (sport, finanza, meteo ecc.), hanno fatto risparmiare ai giornalisti il 20% del tempo. 
(v. Robo-Journalism: LA Times Bot Writes And Publishes Earthquake Article In 3 Minutes).

4) Sicurezza delle fonti
L’altra faccia  dello sviluppo tecnologico è la caduta di sicurezza nella pratica giornalistica. Vista la facilità con la quale si possono vagliare contemporaneamente miliardi di comunicazioni di ogni tipo, molti giornalisti d’inchiesta sono tornati agli anni ’70, con incontri faccia a faccia e fotocopie passate a mano.

5) Libertà di critica
Ritorno al passato anche per libertà di critica. La cronicizzazione delle crisi continuerà a ridurre i margini di tolleranza e il caso di Charlie Hebdo è una tragica evidenza dei rischi affrontati dai giornalisti, non solo in zone di guerra, non solo quando indagano sul crimine organizzato, ma anche quando urtano ideologie religiose e politiche.
Massimiliano Rosolino & staff FirstMaster Magazine

1 commento