carriera-giornalistica-come-iniziare

Giornalismo: come iniziare le tue pubblicazioni

Come puoi iniziare la tua attività giornalistica? Se hai già le basi, ecco come emergere tra migliaia di giornalisti.

Oggi, come ieri, per emergere nel giornalismo devi avere delle caratteristiche evidenti che ti differenziano il più possibile dagli altri, a partire dalle competenze tematiche: sport o scienza, turismo o moda, cucina o cinema. Per scrivere cose interessanti devi avere una comprensione dei fatti almeno più profonda della media.
Per questo motivo, il punto di partenza più accessibile per una carriera giornalistica è la focalizzazione su uno o due temi, di cui approfondire progressivamente tutti gli aspetti, leggendo (molto) e scrivendo. Articolo dopo articolo, mese dopo mese.
Le tattiche che ti consentono di emergere nel giornalismo sono quattro, accomunate dal fatto di poter essere applicate senza sospendere gli altri impegni di studio o di lavoro. Eccole, in ordine di complessità.

2) Fonti estere
Puoi facilmente raccogliere informazioni e opinioni su questioni italiane, con ricerche da fonti estere. Cosa pensano all’estero dei nostri fatti di cronaca è sempre motivo di interesse. Puoi provare iniziando da Google News Uk, Usa ecc… Forse non sai che sono disponibili oltre 70 edizioni di Google News in diverse lingue (tradotte automaticamente), e dal tuo Pc puoi realizzare il giro del mondo su fatti e personaggi italiani che incuriosiscono anche te.
Un’alternativa è quella di cercare idee direttamente sui quotidiani esteri, partendo da elenchi come Ipse – quotidiani esteri o dall’apposita pagina del Ministero degli Esteri, più selettiva. Dato che sono edizioni online, anche in questo caso puoi utilizzare la funzione di traduzione automatica, da raffinare solo a scelte fatte.
Con un minimo di pratica, puoi partecipare all’attualità giornalistica con un taglio specifico, diverso dai soliti pastoni e ottenere la pubblicazione su testate sempre più importanti (v. Guida alla pubblicazione giornalistica), man mano che affini le tue capacità.

3) Ricerche e riepiloghi
Sui temi d’attualità puoi fare un buoni articoli con la sintesi delle varie posizioni, strutturando opinioni rilevanti già pubblicate su varie testate. In sostanza è un lavoro compilatorio, piuttosto semplice e molto formativo in termini di competenze tematiche. Per iniziare, puoi utilizzare Google News, l’Archivio del Corriere della Sera, quello dell’Espresso e quello del Fatto Quotidiano. Se hai una raccolta di quotidiani, settimanali e mensili in Pdf, ti basta mettere in ricerca la parole-chiave dei tuoi articoli per trovare in pochi minuti i testi più utili, tra migliaia e migliaia di pagine Pdf.

1) Interviste
Su questioni d’attualità trattate in Tv e sui giornali, puoi intervistare via email autori di saggi, guide e manuali, in tema con l’argomento scelto. Per queste interviste non occorre che tu sia un giornalista noto, perché la maggior parte di questi autori risponde per interesse proprio (citazioni e link al libro su Amazon ecc.), o per obbligo editoriale. Puoi contattare direttamente gli autori con le email indicate nei loro libri, oppure cercando online o chiedendo all’editore.
Per la realizzazione pratica, la formula più semplice è quella di preparare pochissime domande identiche per tutti gli intervistati, precisando che le stesse domande sono state poste ad altri autori, con elenco di nomi e titoli pubblicati. In questo modo dimostri una neutralità d’approccio e fai leva sulla concorrenza tra autori dello stesso settore.

Per la pubblicazione, oltre alle testate indicate nella Guida alla pubblicazione giornalistica” di FirstMaster, puoi proporti alla redazione del Fatto Quotidiano, che ai sostenitori nell’edizione online (6 euro al mese), offre la possibilità di pubblicare post, se ritenuti interessanti, oltre che seguire le riunioni di redazione e commentare tutti gli articoli. Tre opportunità molto utili per crescere, giornalisticamente.

4) E -book e instant-book
L’elenco di giornalisti scrittori è ogni giorno più lungo e per un giornalista emergente può essere remunerativo tanto quanto o più delle pubblicazioni giornalistiche, a medio-lungo termine.
Puoi mirare alla pubblicazione editoriale con e-book realizzati con rassegne stampa tematiche, raccolte dei propri articoli, ricerche e reportage. L’importante è scegliere un paio di temi e restare a lungo solo su questi. La pubblicazione di 3-4 titoli su un argomento è un’eccellente palestra di formazione tematica, oltre che di ricerca e scrittura. Per i guadagni, più che su situazioni concomitanti fortunate, puoi contare sul cumulo di rendite medio-piccole moltiplicate da numerosi titoli.
A. Ruggieri
Per approfondimenti e altre indicazioni, vedi  “Guida alla pubblicazione giornalistica”

Print Friendly, PDF & Email