come-pubblicare-newsletter

Newsletter di ultima generazione: progetta la tua e diventa ‘editore’

Le newsletter di ultima generazione sono vere pubblicazioni editoriali che possono fare informazione giornalistica o commerciale raggiungendo più lettori di qualsiasi quotidiano o settimanale, ma a un milionesimo del loro costo. Chi vuole approfittarne?

Le newsletter sono la soluzione per chi vuole comunicare con gruppi da 101 a un milione di persone. Fino a cento destinatari può bastare il normale programma di posta personale, oltre occorrono le piattaforme di distribuzione di nuova generazione: più evolute e sopratutto più specializzate.

Abbiamo esaminato decine di piattaforme di newsletter adatte a farne un lavoro retribuito e ne abbiamo selezionate 14, adatte a progetti di newsletter giornalistiche indipendenti, sponsorizzate o del tutto commerciali. Per qualsiasi progetto c’è più di una possibilità di scelta tecnica che facilita, e di molto, l’avvio delle attività. Senza costi. Ecco da dove iniziare.


1) ActiveCampaign

Per adattare a vari target di lettori le tue newsletter con un CRM (customer relationship management) integrato

Per ottenere più attenzione dai lettori occorre abbandonare la formula generalista e dare ad ogni gruppo di interesse la newsletter che desidera. ActiveCampaign rende tutto questo più facile con il suo CRM completo e consente di profilare ciascuno dei tuoi iscritti, e quindi dividerli in elenchi in base a interessi, località e altro ancora. Se la newsletter è lo strumento di contatto di un sito generalista o con varie rubriche, è possibile ancorare determinati argomenti a gruppi di iscritti, per mantenere alto l’interesse ed evitare disiscrizioni.


2) AWeber

Per aggiungere rapidamente iscritti e abbonati dal tuo sito WordPress o dalla tua pagina FaceBook

La soluzione AWeber per le newsletter si integra nativamente con WordPress, Facebook e PayPal (per i pagamenti). È possibile importare gli abbonati da un foglio di calcolo o incollare un elenco di contatti di testo (txt) per fare individuare ad AWeber i nomi e le e-mail.
È possibile creare elenchi con moduli relazionali avanzati che includono fino a 25 campi, con campi intelligenti in grado di dividere automaticamente il nome e il cognome e creare landing page con gli stessi strumenti. Dal punto di vista grafico, AWeber offre centinaia di modelli e foto. 


3) Benchmark Email

Per inviare e-mail raffinate, anche in Cina

Se l’aspetto estetico della newsletter è importante, come nel turismo, nella moda ecc. questa può essere la soluzione migliore, anche perché i loro programmatori hanno reso facile realizzare newsletter appariscenti su mobile e desktop. L’editor di newsletter ti consente di scegliere tra una varietà di layout per i tuoi elementi testuali e multimediali. Il suo team ha previsto anche l’invio sul mercato cinese.


4) BombBomb

Per creare newsletter video

BombBomb si differenzia per la possibilità di inviare newsletter “video-powered”. Puoi girare video nell’app di BombBomb, caricare video pre-creati o inserire video di YouTube, quindi inviarli come newsletter con il testo e altri dettagli che desideri. Quindi, i tuoi contatti possono rispondere con i loro messaggi video, registrare una nuova email video online e inviarla a te tramite BombBomb. Si tratta di un’opportunità impegnativa, ma potrebbe essere il modo per battere la concorrenza delle altre newsletter.


5) Constant Contact

Per inviare newsletter a carattere commerciale

Constant Contact è perfetta per gestire eventi e promozioni, inviarli ai tuoi contatti esistenti e raccogliere nuovi contatti. Constant Contact ti consente di pianificare i tuoi eventi futuri, creare una pagina di registrazione e diffondere notizie via newsletter e social network. Il suo strumento per le campagne social ti aiuta a creare coupon o risorse scaricabili per i social network. 


6) FreshMail

Per newsletter commerciali raffinate

I modelli di FreshMail possono rendere le tue newsletter simili a belle pagine demo dei prodotti, complete di grandi immagini, bellissimi testi di Google Fonts e layout rifiniti che vanno ben oltre le newsletter standard. Creare il tuo design dai modelli di FreshMail è facile, con blocchi predisposti che includono vari layout di testo e immagini. 
FreshMail è particolarmente adatto a newsletter di content marketing (per esempio con recensioni), o apertamente commerciale con novità su elettronica di consumo. In caso di sponsorizzazioni spot (per un evento o per un nuovo prodotto), è interessante la possibilità di inserire nel normale piano mensile un singolo invio straordinario.


7) GetResponse

Per newsletter commerciali con acquisti diretti

Il designer di newsletter di GetResponse ti consente di vedere in anteprima l’aspetto sia su computer che su smartphone, mentre crei le tue newsletter. GetResponse può importare immagini da Flickr, Facebook e iStock, vendere prodotti  con i pulsanti PayPal e persino riutilizzare il testo delle newsletter precedenti con la sua funzione di snippet. Inoltre, è possibile pianificare le newsletter collocandole alla data corretta su un calendario. E se promuovi prodotti online, GetResponse ti offre strumenti per importare contatti da moduli Facebook e annunci Twitter.


8) Mailerlite

Per inserire automaticamente i post e arricchirli con landing page, offerte a tempo e video

Vuoi personalizzare rapidamente i tuoi modelli di newsletter? Mailerlite lo rende facile, così come creare landing page e popup per raccogliere nuovi iscritti.
Puoi aggiungere un timer per il conto alla rovescia che mostra il tempo rimanente fino al lancio di un prodotto o prima che una vendita sia finita e mostra i dettagli del prodotto da un sito. Puoi aggiungere alla newsletter un video, inserire i post del blog più recenti con un blocco RSS aggiornato in modo dinamico e altro ancora.


9) MailUp

Per spendere meno

Con MailUp  puoi selezionare il numero di newsletter che devi inviare ogni mese, quindi scegliere l’invio più lento e meno costoso, per risparmiare fino al 60-70% rispetto altre piattaforme di invio. 
Ha un editor ricco, strumenti per organizzare i tuoi contatti, oltre a SMS e social network marketing per raggiungere il tuo pubblico in movimento. 


10) Revue

Per creare rassegne stampa e newsletter giornalistiche

Con la maggior parte delle applicazioni devi creare una nuova newsletter ogni volta che serve o generarne automaticamente una nuova dai nuovi post del tuo sito. Revue ha un approccio diverso. È uno dei modi più veloci per creare una nuova newsletter di notizie settimanali da contenuti esistenti. Infatti, Revue salva articoli e video con il suo componente aggiuntivo del browser (o collega il tuo feed RSS, l’account Twitter e altro ancora), per accedere a più contenuti che hai già condiviso. Quando sei pronto per inviare una newsletter, Revue mostra ogni elemento che hai salvato e ti basta trascinarli nella tua newsletter. 


11) SendinBlue

Per inviare newsletter integrate con un eCommerce

Serve uno strumento di newsletter marketing che possa integrarsi con un sito? SendinBlue è progettata per questo. Con WordPress, WooCommerce, PrestaShop, e plugin Magento, così come un’API per la connessione alle applicazioni in-house, SendinBlue può lavorare direttamente da un e-commerce per inviare newsletter. È possibile progettare i propri modelli o importare una pagina HTML da inviare.


12) Tinyletter

Per inviare gratuitamente newsletter fino a 5.000 iscritti

Se vuoi il modo più economico per inviare newsletter fino a 5.000 iscritti, valuta Tinyletter, una soluzione estremamente semplice del team di MailChimp.
Tinyletter non ha modelli e quasi nessuna funzionalità. Tutto ciò che ti consente di fare è una pagina incentrata sul testo e inviarla ai tuoi iscritti in un clic, gratis. Ma se serve, è facile migrare le liste su MailChimp (una delle soluzioni generaliste più affermate), fare meglio.


13) Sendy

Per avere un proprio server di invio, a basso costo

Inviare newsletter ed email da un proprio server può essere rischioso, nel senso che si può finire per errore nell’elenco spammer. In questi casi, tutte le newsletter verso quel server ricevente vengono cancellate.
Comunque, determinate le opportune misure di prudenza, per un self-hosted c’è Sendy, basato su PHP e MySQL, che non è più difficile da configurare rispetto a una nuova installazione di WordPress. Una volta installato e funzionante, puoi creare newsletter con i tuoi modelli, utilizzare autorisponditori  e monitorare le statistiche. Inoltre, puoi configurare più marchi all’interno del tuo account Sendy. Puoi persino vendere l’accesso ad altri “editori” di newsletter (e questo può essere un rischio). In ogni caso, Sendy potrebbe non solo farti risparmiare denaro, ma potrebbe fartene guadagnare. Il costo? 59 dollari per una licenza Sendy, e circa $ 0,0001 per email inviata tramite Amazon SES.


14) Django Drip

Per avere un proprio server di invio, a costo zero

Django Drip è un progetto open-source, un ottimo strumento gratuito per inviare newsletter. E se vuoi evitare i problemi di invio dal tuo server, puoi configurare Django per inviarli tramite Amazon, SES, Mandrill, Sendgrid, Mailgun.


 

Per completezza di resoconto, occorre citare anche due importanti piattaforme di newsletter: Mad Mimi e MailChimp 

Mad Mimi

Tutto è semplice in Mad Mimi. L’editor di newsletter ti aiuta a cercare le foto d’archivio, la scheda Pubblico mostra tutti i tuoi dati di contatto in una tabella a schede simile a un foglio di calcolo, e se fai clic sul pulsante Aggiungi oggetti puoi aggiungere un generatore di moduli, uno strumento RSS-to-mail e altro. 

MailChimp

MailChimp è la piattaforma standard di settore, ricca di funzioni per newsletter. Tra queste, spicca la facoltà di  determinare automaticamente il momento migliore per inviare le tue newsletter in base ai dati delle campagne di tutti gli altri o ai fusi orari degli abbonati, automatismi che ti consentono di inviare e-mail in base ai segmenti di pubblico, una personalizzazione form e landing page builder per raccogliere abbonati.

Staff FirstMaster

 

Print Friendly, PDF & Email