vendere-ebook

Nuova editoria: le 5 regole per vendere ebook

Marketing, pubblicità e qualche astuzia è quello che David Gaughran spiega a chi vuole scalare le classifiche con i propri ebook.

David Gaughran è uno scrittore che fino al 2010 lavorava al marketing digitale di Google e si occupava di diritti d’autore. All’editoria si è rivolto in tempo di crisi finanziaria e ha avuto successo: in meno di due anni, autopubblicandosi, è riuscito a vendere oltre 200.000 copie dei suoi e-book e a mantenersi facendo lo scrittore. Ora vive di scrittura e insegna a scrittori e piccoli editori come farcela a loro volta, nella nuova editoria.

Il punto di partenza? Gaughran spiega che se ieri il problema era riuscire a farsi pubblicare, oggi è farsi vedere in rete. Oggi chiunque può pubblicare quando vuole quello che vuole. Ma devi metterti sotto i riflettori anche se sei già su uno scaffale di Amazon. Insomma, proprio perché non ci sono più ostacoli, la concorrenza è enorme e la visibilità al pubblico è essenziale.
In base alla sua esperienza collaudata, ci sono 5 punti irrinunciabili per vendere ebook online.

1) Professionalità

Una volta questo significava conquistare le vetrine e i ripiani delle librerie. Ma in digitale? Gaughran raccomanda di affidarsi a un editor che certifichi una buona trama e a un grafico specializzato per la copertina. Perché «se il libro non è prodotto in modo professionale è difficilissimo ottenere visibilità ma soprattutto conservarla nel tempo. Non solo: se deludi il lettore, se la trama è raffazzonata e il testo è impaginato male, non solo l’hai perso per sempre, ma andrà su Amazon e  scriverà su di te una recensione terribile».

2) Promozione

La maggiore differenza tra libro stampato e libro digitale la fa la possibilità della distribuzione gratuita (che non costa nulla), così come la consentono le maggiori librerie online.
Il segreto del suo successo è quello di utilizzare la “forza del costo zero“. Tra Facebook e newsletter distribuisce gratis 10mila copie dei nuovi libri a un pubblico selezionato e qualificato, che gli fa da amplificatore, con il passaparola. Il passaggio per la soluzione free ebook è estremamente importante per i nuovi autori, perché i lettori ci pensano tre volte prima di “rischiare” e poi rinunciano. Per superare la loro esitazione, per azzerare il rischio, si può azzerare il costo e accontentarsi delle recensioni. Inizialmente e/o temporaneamente, s’intende.
Poi, per acquisire nuovi lettori, Gaughran li incoraggia con le offerte speciali. Per una settimana abbassa il prezzo da 4,99 a 0,99 (bastano un paio di click, su A mazon), e quando il titolo comincia a salire in classifica, lo riporta a 4,99. 

3) Pubblicità

Fin qui la promozione diretta, ma la pubblicità? Per la pubblicità, Gaughran ricorre ai siti destinati ai lettori forti, con centinaia di migliaia di iscritti, a cui sono riservati sconti e offerte speciali. Il più famoso di questi siti è Bookdub, che vanta un milione e mezzo di affiliati.
È indispensabile farsi pubblicità su uno o più di questi siti: si possono vendere da 100 a mille copie in un solo giorno. Se il libro è un romance, un giallo o un fantasy, i più venduti, l’annuncio costa sui 700 dollari. Ma per raggiungere liste minori, bastano anche 50 dollari.
In alternativa, ci sono le promozioni di gruppo: venti, trenta autori si uniscono con le loro opere – non importa che siano dello stesso genere – e moltiplicano in modo esponenziale i followers. Ogni autore ha un sito, una piattaforma social, contatti diversi: la potenza pubblicitaria diventa enorme.

4) Mailing list

Inoltre, ovunque e in ogni occasione occorre dire ai propri lettori di iscriversi alla mailing list. Al prossimo libro, tutti i precedenti lettori riceveranno un avviso di pubblicazione praticamente nello stesso istante.
L’effetto di queste vendite concentrate è che il titolo fa un balzo enorme in classifica. Lo stesso volume di vendite, se fosse distribuito in un mese, invece di 3-4 giorni, non produrrebbe lo stesso risultato. L’essere verso la parte alta della classifica di Amazon significa farsi notare da altri lettori, rassicurarli di un buon acquisto E così salgono le vendite e si sale ancora in classifica.

5) Valore

Gaughran raccomanda agli autori il massimo impegno, perché il valore del libro è ancor più importante in rete che nell’editoria classica. Infatti, «se al lettore digitale piace il primo acquisto, subito clicca e compra tutti gli altri libri. Se lo si fidelizza, li comprerà per sempre. Una lealtà superiore a quella del lettore tradizionale, che acquista i libri uno alla volta.
Piero Dorazio & staff FirstMaster

Print Friendly, PDF & Email